I caregiver hanno un ruolo chiave nell’esperienza della persona di cui si prendono cura nell’ambito della sperimentazione clinica

In qualità di caregiver, Lei può supportare la persona a Lei cara e rappresentare un secondo paio di occhi per il personale della sperimentazione.

Vogliamo ofrirLe il supporto di cui ha bisogno in qualità di caregiver. Legga questa sezione per decidere se il ruolo è adatto a Lei e avere consigli su come prendersi cura di sé.

Il ruolo di un caregiver

In qualità di caregiver, Lei riveste un ruolo chiave nell’esperienza della persona di cui si prende cura nell’ambito della sperimentazione clinica.
Prima di proseguire, è importante sapere cosa comporta tale ruolo in modo da poter decidere se l’impegno è adatto a Lei.

Le responsabilità di un caregiver possono includere:

  • Monitorare le quantità (dosi) del farmaco sperimentale per assicurarsi che rispettino le regole della sperimentazione clinica
  • Farsi portavoce del/la paziente e porre domande per conto del/la partecipante se questi non è in grado di farlo
  • Informare il personale della sperimentazione di eventuali effetti collaterali riscontrati o riferiti dal/la partecipante
  • Prendere appunti durante le visite della sperimentazione in modo che il/la partecipante possa concentrarsi sui medici o sugli esami
  • Accompagnare il/la partecipante alle visite della sperimentazione e riportarlo/a a casa se non riesce ad arrivarci da solo/a
  • Offrire supporto al/la partecipante se ha difficoltà a livello mentale o emotivo

Il ruolo di un caregiver non è facile, ma è prezioso sia per il/la partecipante sia per il personale della sperimentazione. Il Suo sostegno e incoraggiamento sono una parte importante per il successo di una sperimentazione clinica.

Prendersi cura di sé quando si riveste il ruolo di caregiver

Fornire supporto a un/a partecipante alla sperimentazione clinica può talvolta sembrare impegnativo. È facile darsi da fare così tanto nel proprio ruolo di caregiver che ci si dimentica di se stessi. Ma è necessario prendersi cura di sé se si desidera prendersi cura degli altri.

  • Consumare cibi sani come frutta e verdura per spuntini e pasti e bere acqua e altri liquidi ogni volta che si ha sete
  • Riposare a sufficienza per avere l’energia necessaria per aiutare gli altri: da 7 a 8 ore di sonno a notte più brevi sonnellini se ci si stanca durante il giorno
  • Fare pause regolarmente in modo da potersi rilassare e ridurre lo stress
  • Dedicarsi a un hobby, così da avere qualcosa di piacevole su cui concentrarsi
  • Tenere sotto controllo la propria salute perché non si può aiutare nessuno se ci si ammala
  • Mantenere i contatti con gli amici, in quanto possono offrire conforto e sostegno

Ricordi che le Sue spalle non possono reggere il mondo. Può ricoprire il ruolo di caregiver, ma è fondamentale che si prenda cura anche di se stesso/a. E chieda aiuto agli altri quando ne ha bisogno.

Ha ancora delle domande?

La nostra sezione Domande frequenti contiene risposte alle domande più comuni e un glossario di termini da conoscere.